Blog/Blog 2011 8 settembre 2011

Course camarguaise a Graveson, Provenza, Francia

E’ passato un po’ di tempo dal mio ultimo post… Ritorno con un piccolo “reportage” sulla corsa camarghese, uno sport taurino diffuso nel Sud della Francia e molto popolare nei piccoli centri del Luberon, del Vaucluse e della Camargue, naturalmente. A differenza della più nota corrida, la “corse camarguaise” detta anche corsa a coccarda, non prevede la morte del toro. Qualche volta, al contrario, i tori e le vacche (si anche le vacche e anzi sono le più temibili perché seppur più leggere sono molto più agili e veloci) infilzano i giovani vestiti di bianco, detti “razateurs” che cercano di strappare dalle corna del toro delle piccole coccarde. In genere sono due ponpon di lana bianca, il gland, uno rosso nel centro della fronte, la cocarde vera e propria e una cordicella, la ficelle. Compito dei razateurs è quello di strappare a mani nude, impugnando solo una specie di pettine di ferro, il crochet, tutti gli attributi dalle corna del toro. Che non fa niente per collaborare. Anzi, come per sua natura, cerca di incornare quanta più gente gli si avvicini. I razateurs veri e propri, cioè quelli con il crochet in mano, vengono aiutati da altre persone nell’arena, i “tourneurs”, il cui compito è quello di distrarre l’animale. E’ uno spettacolo di agilità, velocità e abilità. I ragazzi sono tutti molto agili e saltano al di là delle barriere come se volassero. Il problema è che spesso salta anche l’animale, soprattutto le vacche perché più leggere e quindi più agili. E quando questi animali da oltre mezzo quintale e più sono dietro “le quinte” è un fuggi fuggi generale verso il centro dell’arena. E le parti s’invertono… Le foto che seguono le ho fatte a Graveson, un piccolo villaggio provenzale, la cui arena è ombreggiata dai platani che sono all’interno dell’arena stessa e attorno ai quali sono stati costruite le barriere e gli spalti. Veramente una delle arene più belle che io ricordi.

 

 

Course_329

 

Course_352

 

Course_081

 

Course_109

 

Course_249

 

Course_161

 

Course_196

 

Course_247

 

Course_142

 

Course_111

 

Course_136

 

Course_198

 

Course_138

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *