Blog/Blog 201730 marzo 2017

Monte Faito, Costiera Amalfitana, Campania

Qualche giorno fa ho avuto la possibilità di salire sul Monte Faito, la parte più alta dei Monti Lattari, la spina dorsale montuosa che corre lungo la Penisola Sorrentina e Amalfitana. Ho guidato fino a Vico Equense, territorio d’accesso al Monte Faito e da li seguendo i cartelli, sono arrivato al punto ideale per parcheggiare l’auto. Attraverso una foresta che sembrava uscita da un libro di Rowling, abbiamo imboccato un sentiero che corre un pò più basso delle creste. Da li, sempre marciando in leggera salita per un dislivello di un centinaio di metri, siamo arrivati alla sommità, 1.444 metri s.l.m. il cosidetto Molare per la somiglianza con il dente umano. Da li sopra la vista spazia a 180 gradi su tutta la Penisola fino a Capri, in fondo, con i Faraglioni. Questi giorni passati non sono stati stupendi per la fotografia perchè l’aria era, e lo è ancora, abbastanza sporca forse a causa della transizione tra l’inverno e l’entrante primavera che porta un pò di umidità con se. Ciononostante da li su è uno spettacolo. Il cammino per arrivare alla sommità non è difficile in quanto la salita è abbastanza dolce e, soprattutto per la prima parte, la camminata è agevole. Il problema è però di più trovare il punto di ingresso se si è da soli. Meglio sarebbe andare con una guida o un locale esperto. Io ero con Francesco, un amico esperto camminatore e conoscitore di questi posti in particolare. Seguendo lui la cosa è sembrata facile. In effetti, più volte mi sono domandato in quante occasioni mi sarei perso nel trovare il sentiero giusto. Comunque, alla fine, siamo arrivati fino al posto migliore per le foto.

 

il villaggio in basso a destra illuminato è Positano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *